m

This is Aalto. A Professional theme for
architects, construction and interior designers

Call us on +651 464 033 04

531 West Avenue, NY

Mon - Sat 8 AM - 8 PM

  • Nell’interessante dibattito tra forma e funzione degli edifici, il complesso tema della neuroarchitettura si fa spazio aprendo un capitolo tutto nuovo nella storia dell’architettura moderna e sulle teorie di composizione architettonica, modificandone radicalmente il punto di vista ed inserendo la componente scientifica nella materia e nell’arte in genere.

  • Dal ‘700 ad oggi ne ha fatta di strada: introdotto nel mondo occidentale dall’Impero Ottomano, originariamente una panca in legno imbottita e munita di braccioli, oggi il divano è diventato l’emblema della comodità, del relax e del design. Il divano è ormai uno degli elementi d’arredo principali e più in vista in ogni casa e nella nostra epoca ci si presentano infinite opzioni quando si tratta di scegliere un divano.

  • di seguito l'intervista rilasciata alla piattaforma "ProntoPro" sul nostro modo di concepire e interpretare l'architettura. https://www.prontopro.it/blog/lapplicazione-dei-principi-di-bioarchitettura-e-neuroarchitettura/ Costruire casa nel 21° secolo non può prescindere da termini come Architettura sostenibile, Bioarchitettura, Neuroarchitettura, green building. Abbiamo intervistato l’architetto Antonio Di Maro, titolare dello studio di architettura Antonio Di Maro & Partners, che ci ha parlato in modo molto approfondito dei principi cui si ispira lo studio di Architettura Antonio Di Maro.

  • Nel trattare l’articolato tema della progettazione di un negozio di successo, abbiamo affrontato i diversi fondamentali aspetti che vanno affrontati: l’illuminazione, la scelta dei colori, l’allestimento e l’organizzazione degli spazi interni, la vetrina. È arrivato ora il momento di parlare del camerino.

  • Proseguiamo nell’analisi dei punti focali da considerare nella progettazione di un negozio di successo. Oggi parleremo della vetrina, il biglietto da visita del tuo negozio.

  • Il modo in cui deciderai di allestire il tuo negozio, ed il modo in cui disporrai la merce, sono di grandissima importanza. La scelta non può essere casuale.

  • Avendo già letto i nostri articoli L’architetto, il tuo asso nella manica per un negozio di successo, Negozio vincente: ecco a cosa devi pensare prima di arredarlo e I colori giusti per il tuo negozio, come sceglierli, ti sarà ben chiaro che, se devi aprire un negozio o vuoi ristrutturare quello che hai, uno spazio ben studiato e progettato aumenta considerevolmente il numero di clienti e di conseguenza gli introiti.

  • I colori hanno un ruolo fondamentale nellʼarredamento del tuo negozio. I colori trasmettono al cliente lʼidentità del tuo negozio, l’identità del tuo negozio attira l’attenzione del tuo target di riferimento.

  • Linee guida per arredare il tuo negozio di successo Nel nostro recente articolo, L’architetto, il tuo asso nella manica per un negozio di successo, vi abbiamo descritto dell’importanza che questo ha nel rendere il vostro negozio un esercizio di successo.

  • Oggi intendiamo parlarvi di un architetto che per il suo porre costantemente al centro delle sue opere l'attenzione al contesto ed al dialogo con l'ambiente potrebbe essere considerato un precursore della green architecture, Gianni Pettena.

  • Nella progettazione di un negozio non è concesso improvvisare. Ogni arredamento richiede una progettazione personalizzata per essere eseguito al meglio.

  • Gli ecovillaggi sono una realtà attuale e diffusa in tutto il mondo, anche in Italia. Scopriamo insieme cosa sono.   Introduzione Gli ecovillaggi hanno cominciato a fondarsi consapevolmente negli anni ‘60 in Australia e negli Stati Uniti e si sono diffusi poi in tutto il mondo. Da allora sono in continua crescita numerica ovunque.

  • Tutti desideriamo una casa accogliente calda e confortevole, per questo motivo, in questi anni, c'è stato un trend nel disegno d’interni che si sta diffondendo sempre di più in Europa ed in molte altre zone del mondo: parliamo del design scandinavo.

  • Come abbiamo già asserito, oggi sempre più di frequente nelle nuove abitazioni, od in quelle di recente ristrutturazione, troviamo un unico grande ambiente, l’Open Space, che accoglie cucina, zona pranzo e soggiorno per favorire facilità di movimento e creare un’atmosfera intima e conviviale. Spesso però questa soluzione contribuisce a rendere la stanza più caotica dal punto di vista dell’acustica.

  • Combinare mobili classici e moderni è la possibilità che consente di personalizzare l’arredamento di casa con risultati particolari dai piacevoli contrasti.

  • Ecco a voi qualche suggerimento per valorizzare e sfruttare l’irregolarità. Le nostre abitazioni sono costituite per lo più da ambienti a pianta rettangolare o quadrata.

  • Se abitiamo all’ultimo piano e la nostra abitazione è dotata di un sottotetto questo è molto spesso sacrificato ad ospitare cose che non utilizziamo più, sottovalutiamo il loro grande potenziale. Questi spazi, grazie alla loro posizione privilegiata, possono essere trasformati in ambienti accoglienti e belli da vivere.

  • Hai sentito parlare dell’arredamento industriale e vuoi scoprirne le caratteristiche? Conosciamole insieme.

  • Hai deciso di ristrutturare la tua cucina e stai pensando ad una cucina a isola ma non sai se davvero fa per te? Vediamo insieme quali sono i pregi ed i difetti di questa soluzione di design di grande impatto estetico.

  • Antichissimo e spesso sottovalutato, il legno resta dalle sue origini uno dei materiali più preziosi per l’edilizia, portatore di un’innovazione che solo di recente si è stati capaci di cogliere nella sua interezza.

  • Ecco alcuni accorgimenti per risparmiare sul riscaldamento domestico, contribuendo inoltre alla salvaguardia dell’ambiente e del salvadanaio. Di recente l’architetto Antonio Di Maro fondatore dello studio di architettura antoniodimaro&Partners è stato ospite della trasmissione Rai Detto Fatto affrontando un tema sicuramente molto caro a tutti noi, risparmiare sul riscaldamento domestico.

  • L’ispirazione L’architettura mediterranea, così denominata nella prima metà del Novecento, abbraccia i modelli della tradizione costruttiva delle coste spagnole e dell’Italia centro-meridionale, le architetture vernacolari greche e quelle arabe. I caratteri morfologici e tecnologici di queste tipologie edilizie si pongono come punto di partenza nella definizione di strategie per una progettazione contemporanea di architetture sostenibili in dette regioni climatiche.

  • Siete in grado di combinare bene i colori? Nell’arredamento il giusto abbinamento dei colori di pareti, pavimenti, mobili, complementi d’arredo ed accessori tessili è di fondamentale importanza per avere un ambiente armonioso ed accogliente. I professionisti del settore seguono dei criteri ben precisi, scopriamo insieme quali sono.

  • Ecco a cosa devi pensare se hai deciso di ristrutturare la tua casa in modo sostenibile, per la qualità della tua vita e dell’ambiente. Hai finalmente deciso di compiere il grande passo e di ristrutturare la tua casa? Vuoi andare oltre il semplice rinnovamento e vuoi cogliere l’occasione per migliorarne anche la sostenibilità e la qualità della tua vita? Perfetto! È tutto collegato, quindi riorganizza le idee e procedi, è un’ottima occasione per cambiare anche il tuo stile di vita. La sostenibilità può diventare una filosofia di vita e coinvolgere tutte le fasi della ristrutturazione.

  • La legge di stabilità 2017 è stata approvata lo scorso 7 dicembre, vediamo insieme nel dettaglio le conferme e le novità introdotte nella manovra. Nella legge di stabilità 2017 sono previste detrazioni fiscali prorogate fino al 31 dicembre del prossimo anno per i lavori in casa, al 50% per interventi di ristrutturazione e quella al 65% per lavori di risparmio energetico.

  • Si tratta oramai di una vera necessità, non solo per chi in famiglia ha un figlio che va a scuola, ma soprattutto per coloro i quali hanno il bisogno o la fortuna di poter lavorare anche da casa. Stiamo parlando di un angolo in cui potersi concentrare senza distrazioni e dove poter organizzare fascicoli e documenti senza che nessuno possa metterli in disordine o smarrirli.

  • Creare una separazione tra cucina e soggiorno, combinando praticità ed estetica, è possibile!   Oggi sempre più di frequente nelle nuove abitazioni, e in quelle in fase di ristrutturazione, troviamo una unica grande stanza che accoglie cucina, zona pranzo e soggiorno per favorire facilità di movimento e creare un’atmosfera intima e conviviale. Spesso però questa soluzione può rendere difficile soddisfare l’esigenza di definire la loro transizione e separazione in base alla loro funzione. Come conciliare allora il desiderio di avere uno spazio unico con l’esigenza di definirne le funzioni?

  • Sempre più spesso, alzando gli occhi al cielo, ci capita di scorgere degli orti sui balconi. Le piante ornamentali vengono sempre più affiancate dalle piante aromatiche, ortive o da frutta. La nascita degli orti sospesi è oramai un fenomeno diffuso. Se anche voi state considerando di creare un orto sul balcone di casa vostra, o parte di esso, troverete di seguito dei validi motivi per decidere definitivamente.

  • Una breve guida per comprendere di cosa si tratta, quando e se è obbligatorio farlo. L’Attestato di Prestazione Energetica, in sintesi APE, è un certificato che attesta le caratteristiche energetiche di un appartamento, un’abitazione o un edificio. È uno strumento di controllo che riassume utilizzando una scala da A a G le prestazioni energetiche dell’immobile interessato.

  • Hai appena comprato casa e non vedi l’ora di arredarla? Hai deciso che è arrivato il momento di cambiare il soggiorno? Sicuramente non vorrai correre il rischio di ritrovarti poi insoddisfatto con una casa che non rispecchia il tuo carattere. Segui i nostri consigli, ti aiuteremo a non commettere errori.

  • Come rendere anche il balcone più angusto un angolo di relax grazie ai nostri pratici suggerimenti. Probabilmente vi sembrerà prematuro affrontare quest’argomento in questo periodo dell’anno, ma se l’idea di trasformare il vostro balcone in un piccolo angolo di relax di cui godere per rifugiarsi dallo stress metropolitano è sempre stata nei vostri progetti state leggendo l’articolo giusto!

  • Dovete fare qualche piccolo intervento nel vostro appartamento? Vediamo i più comuni e quali permessi chiedere prima. Se avete programmato di fare delle piccole opere nella vostra casa, prima di cominciare, è importante che sappiate quali sono i permessi da chiedere al Comune o al condominio. Anche dei piccoli interventi, come la sostituzione degli infissi, la ristrutturazione del bagno o lo spostamento di pareti non portanti, possono essere soggetti a qualche onere burocratico; anche se classificati come attività di edilizia libera.

  • Vuoi illuminare al meglio la tua cucina o la camera da letto? Per te alcune indicazioni che ti saranno d’ispirazione per decidere come fare. Vediamole insieme! Come già introdotto nell’articolo L’impianto elettrico: 6 pratici passi per progettare gli interruttori ed i punti luce della vostra casa, ogni ambiente della casa necessita di un tipo particolare di lampada. E’ una questione di funzionalità, di dimensioni, di stile e di armonia generale.

  • Progettare l’impianto elettrico della propria casa non è cosa facile perché ci si trova a dover pensare a dove allocare gli interruttori ed i corpi luce.

    Gli interruttori ed i punti luce sono la sezione finale dell’impianto elettrico e fanno parte della quotidianità di chi vive la casa e nei gesti di accensione e spegnimento dei sistemi di illuminazione. La loro disposizione è quindi fondamentale perché deve essere in grado di agevolare le azioni di ogni giorno e rendere così la casa fruibile.

  • Nell’arredamento e nell’organizzazione di un piccolo ambiente, tutto è importante. Questo è il principio alla base di quest’articolo, che vi insegnerà come far si che una piccola stanza possa sembrare più grande semplicemente seguendo alcuni trucchi intelligenti. Le piccole stanze possono sembrare scomode e soffocanti. Ma alcuni concetti di design ingannano l'occhio e rendono gli interni molto più spaziosi di quello che sono.

  • E’ un luogo intimo, un vero e proprio rifugio alieno dalla frenesia domestica: la soffitta. Vano poliedrico, può essere utilizzato come ripostiglio o per  organizzare feste e pranzi.  In fin dei conti, basta un po’ di fantasia per trasformarla in uno spazio tutto personale, a seconda dei propri desideri ed esigenze. Come dimenticare la soffitta  delle Halliwell nel telefilm “Streghe” o quelle di “Heidi”e “Pollyanna”? Ecco una guida con 9 consigli pratici per allestire una stanza in una casa con tetto a spiovente:

  • Le bollette a fine mese spesso sono salate. Tra acqua, luce e gas, la vita domestica ha costi onerosi. Eppure c’è un rimedio: investire nel settore delle fonti rinnovabili. A determinate condizioni, una casa può consumare poco e produrre di contro molta energia. Sembra un’utopia, ma è una realtà già avviata, grazie ad un team di giovani ingegneri che ha creduto fermamente nel progetto: l’edificio di vetro e metallo, a Bucarest in Romania, uno dei più efficienti in Europa. L’hanno ribattezzato “Efden” ed è una vera e propria casa, composta da un ampio soggiorno, bagno, cucina e camera da letto dislocati su due piani.

  • Sono bizzarri, un po’ sui generis e rievocano paesaggi esotici, lontani o fiabeschi. I bagni diventano  giungle selvagge, castelli incantanti, senza perdere però comfort e funzionalità: sono pur sempre un’oasi di relax tra le mura domestiche. Follia o puro genio creativo? Secondo le ultime tendenze in fatto di stile e moda, incarnano i desideri e lo spirito, quello più ancestrale e istintivo. A renderli unici è il design così desueto, persino un po’sopra le righe, che dà un mood originale e al contempo intimo, accogliente. Abbiamo selezionato 3 temi per un bagno stravagante, ognuno con un tratto distintivo forte, a seconda della propria personalità e ognuno ispirato ai classici, dai cartoon Disney ai romanzi senza tempo.

  • Tutti sognano una casa perfetta. Alle volte, però, tempo e soldi sono scarsi e i lavori di manutenzione, anche se necessari, vengono posticipati. Da inizio anno è possibile far fronte a spese di questo tipo grazie ad agevolazioni pubbliche: la Legge di Stabilità 2016 prevede sgravi fiscali per ristrutturare gli edifici. Come usufruirne? L’iter burocratico è più snello di quanto si pensi: nella dichiarazione dei redditi occorre riportare i dati catastali dell’immobile, la registrazione dell’atto di proprietà e eventualmente l’obbligo di notifica preliminare all’Asl; i pagamenti invece vanno effettuati solo tramite bonifico, inserendo il riferimento alla norma articolo 16-bis del Dpr 917/1986, il proprio codice fiscale e la partita iva dell’azienda edile.

  • Fiori variopinti, piante impreziosiscono vette e facciate di case e grattacieli. La città acquisisce così un aspetto futuristico e antico al tempo stesso, in cui è preponderante il legame diretto con la natura. Quando non è possibile allestirli per le strade, i giardini vengono realizzati sugli stessi palazzi, grazie alla tecnica del verde verticale. Resistente al fuoco ed economica, l’erba  cinge gli edifici in un abbraccio al pari di un morbido mantello, creando un rivestimento spesso pochi centimetri.

  • Progettare terrazzi, giardini e aree verdi in un ambiente mediterraneo

    Dalle fontane sgorgano zampilli d’acqua. Biancospini e ginepri crescono rigogliosi ed esalano un profumo inebriante. L’atmosfera sembra quella delle ville rinascimentali pieni di fasti, soprattutto nello stile e nell’accostamento dei colori, mentre le fragranze rievocano i boschi a ridosso delle litoranee nel Sud Italia. Il giardino mediterraneo

  • Non è un vezzo artistico o la moda del momento. Oasi amene con vegetazioni rigogliose tingono di verde la giungla urbana. Da Shangai a New York, le grandi metropoli riscoprono la natura. Giardini pensili adornano le vette dei palazzi, mentre piccoli orti botanici si snodano in città nel reticolo fitto di strade e grattacieli. C’è un nesso tra architettura e verde.

  • Li conoscevano già nell’antica Mesopotamia. Adesso da New York alle capitali del Nord Europa, le terrazze dei grattacieli si tingono di verde con i tetti giardino, coperture ecosostenibili e trendy. Tegole fiorite o piccoli orti impreziosiscono i piani alti degli edifici, creando oasi variopinte nel reticolo grigio della giungla urbana.  Chi crede siano semplici accorgimenti decorativi  alla moda sbaglia.

  • Marco Vitruvio Pollione l’aveva compreso circa 2000 anni fa: un edificio deve essere forte o durevole nel tempo, utile e bello. L'architettura è arte, rappresenta, sublima le idee in atti concreti e soprattutto può migliorare il tenore di vita. Luoghi con determinate caratteristiche ad esempio potenziano fantasia e creatività: gli alunni, in una scuola con aule ben illuminate, si dimostrano più ligi al dovere, così come i pazienti trascorrono una degenza più serena in un ospedale con stanze variopinte.

  • Acqua, luce e gas: le bollette mensili sono spesso salate. La vita domestica comporta spese di gestione onerose. La causa? Gli sprechi e le cattive abitudini che costano caro sia alle tasche, sia all’ambiente. Le buone regole le conoscono tutti, ma in pochi le seguono:  in Italia i Comuni virtuosi che si distinguono per la raccolta rifiuti differenziata, ad esempio

  • Poco importa se sia piccola o ampia, una casa deve essere innanzitutto accogliente. Con zelo, fantasia e un’ attenta analisi dello spazio abitativo, anche un appartamento angusto può rivelarsi un nido perfetto. L’ambiente va suddiviso in aree funzionali, alternando elementi leggeri e pesanti, come in puzzle: ombre e luci, mobili dallo stile minimal e classico.

  • E’ un’oasi di relax:  il bagno rappresenta il luogo più intimo della casa, a prescindere dagli spazi.  La superficie a disposizione  se è esigua non va a scapito del comfort e della funzionalità.  Certo, bisogna adottare  i giusti accorgimenti per rendere  l’ambiente  accogliente, facendo in modo che sembri più ampio. Ad esempio,  giocare con fonti di luce e oggetti dal design ergonomico può rivelarsi molto utile in tal senso.

  • Che sia cotto o ceramica poco importa, il pavimento della cucina deve essere prima di tutto resistente, anti graffio e lucido. Detersivi e olii alimentari possono rovinarlo, generando macchie difficili da rimuovere e compromettendone la texture e quindi l'aspetto. Va da sé che i parquet e i materiali più delicati siano meno adeguati, perché più difficili da lavare. Certo, in quel caso si è costretti a rinunciare ad un tocco di eleganza e glamour, ma in cucina  sono imprescindibili comfort e igiene soprattutto.

  • A volte può ospitare uno studio, altre un ripostiglio o una palestra domestica. Il soppalco è il vano più poliedrico della casa: consente di  ottimizzare gli spazi e fruirne di nuovi, creando delle stanze anche se il locale è angusto. I costi di produzione variano a seconda del materiale scelto, ma di solito si aggirano sui 100-200 euro al mq (ad esempio quelli in muratura e in metallo hanno un prezzo più elevato, a differenza di quelli in legno),  a cui va aggiunta una spesa a latere riguardo sia i complementi d’arredo, sia gli attrezzi, come ficher e pannelli.

  • Resistenti e longevi, i pavimenti in legno conferiscono eleganza agli ambienti. Certo l’usura e il logorio del tempo arrecano danni, ma non ne scalfiscono il fascino. Con zelo e accorgimenti periodici, è possibile salvaguardarli anche col passare degli anni. La pulizia e la cura quotidiana sono imprescindibili, ma alle volte è necessario ricorrere a trattamenti specifici, anche a seconda del materiale su cui intervenire.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi