Allestire un negozio: come fare attraverso 4 punti chiave

Published by

Posted on Maggio 12, 2017

Il modo in cui deciderai di allestire il tuo negozio, ed il modo in cui disporrai la merce, sono di grandissima importanza. La scelta non può essere casuale.

Nella progettazione di un negozio occorre tener conto della collocazione dei prodotti e ciò va fatto solo dopo un approfondito studio della clientela, delle sue abitudini di consumo, della sua età, della sua istruzione, del suo reddito.
Le variabili sono molte e solo chi ha esperienza, un professionista, può studiarle tutte dando loro il giusto peso.

Va inoltre considerata la tipologia di prodotto che vendi. Ogni tipologia di merce deve avere uno spazio ben studiato, solo un architetto può definirlo sapientemente.

Organizzando il tuo negozio con alcuni accorgimenti di base potrai influenzare il potenziale cliente che vi entra, guidandolo all’acquisto e favorendo le vendite.

 

Così, ecco per te, le linee guida per allestire il tuo negozio. Per creare un’esposizione proficua dovrai necessariamente:

1. Creare continuità tra la vetrina e l’allestimento interno
Dare continuità alla vetrina nell’allestimento interno del tuo negozio ti aiuterà a spingere le vendite sugli articoli che in un dato momento t’interesserà spingere maggiormente.
Lo puoi fare realizzando una zona espositiva, centrale od in prossimità dell’ingresso, cosicché possa essere notata facilmente, dove riproporre i prodotti esposti in vetrina con lo scopo di stimolarne l’acquisto.

Il potenziale acquirente incuriosito ed interessato dai prodotti esposti in vetrina, entrando li troverà immediatamente.

Questa zona espositiva, od anche display, ha la finalità di rafforzare l’immagine dell’articolo esposto in vetrina.

 

2. Utilizzare una consolle centrale per presentare i prodotti in lancio od in promozione
Questa è una mossa strategica.
Potrai esporre sulla consolle i prodotti che vorrai spingere, anche attraverso promozioni.
Potrai esporre articoli in lancio che invogliano la clientela all’acquisto. Questi prodotti attirano il cliente per poi spingerlo a visitare tutto il negozio.

La consolle può essere anche una seconda vetrina, soprattutto quando si trova di fronte all’ingresso, od anche può essere utile a sviluppare il tema proposto nella vetrina.

Anche in questo caso e testato che i prodotti esposti sulla consolle vendono 5 volte di più rispetto a quelli messi in parete o negli scaffali. Il prodotto sulla consolle è più vicino al cliente, può essere toccato e genera maggiore interesse.

architecture

 

3. Porre in fondo al negozio gli articoli considerati necessari
Entrando in un supermercato avrai sicuramente notato che i prodotti di prima necessità si trovano in fondo al negozio portandoti così a dover attraversare tutto il locale o quasi prima di raggiungerli.
Questo è un espediente studiato per attirare la tua attenzione su altri prodotti, diversi da quelli per cui eri entrato; probabilmente alcuni di questi usciranno con te dal negozio.

Fondamentale è anche la sistemazione degli articoli di vendita sugli scaffali, è infatti provato che quelli più venduti sono quelli posizionati ad altezza degli occhi del cliente perché resi così più visibili.

Questo ragionamento è valido anche per organizzare i prodotti in base al target di riferimento. Un prodotto per adulti, per esempio, sarà posizionato ad una altezza superiore rispetto ad un prodotto per bambini.

 

4. Puntare sull’ordine
L’ordine è di primaria importanza per dare risalto ai prodotti che proponi. Diversamente sarebbe tutto vanificato.

Dovrai quindi:
Dividere lo spazio. Dovrai dividere lo spazio espositivo in modo equo creando magari dei gruppi di prodotti tra di loro legati. Se per esempio vendi prodotti per il bar potrai pensare di creare un gruppo di articoli che comprenda macchina del caffè, macinacaffè, tazze e piattini.
Oppure potrai pensare di esporre per ogni spazio espositivo un articolo diverso.
La cosa importante è non riempire gli spazi, lo spazio vuoto consente di esaltare i prodotti.

Dividere per dimensioni. Se porrai gli articoli di piccole dimensioni nei ripiani bassi nessuno li noterà. Meglio metterli a portata di occhi, e quelli più grandi nei ripiani alti o più bassi. In questo modo organizzerai l’esposizione in maniera ordinata mettendo in evidenza tutti i prodotti.

architecture

 

Dividere per colore. Sistemando nei ripiani più alti i prodotti con colori chiari e nei ripiani più bassi quelli con i colori più scuri sarai agevolato nelle vendite. Ponendo i colori scuri in alto e quelli chiari in basso otterresti invece un’esposizione poco armoniosa e pesante. I colori scuri infatti tendono ad appesantire e schiacciare un’immagine nel suo complesso mentre quelli chiari ad alleggerirla rendendola più gradevole ed accogliente.

 

 

 

Leggi anche:
Il potere magico dell’illuminazione per il successo del tuo negozio
I colori giusti per il tuo negozio, come sceglierli
Negozio vincente: ecco a cosa devi pensare prima di arredarlo
L’architetto, il tuo asso nella manica per un negozio di successo

 

 

 

 

Se stai per aprire un negozio o intendi ristrutturare la tua attività esistente contattaci via mail all’indirizzo info@antoniodimaro.it


About the Author


ADD A COMMENT