m

This is Aalto. A Professional theme for
architects, construction and interior designers

Call us on +651 464 033 04

531 West Avenue, NY

Mon - Sat 8 AM - 8 PM

Riqualificazione Palazzo dello Spagnolo, alcune proposte utili

Il palazzo dello Spagnolo di Napoli è un edificio tra i più caratteristici del capoluogo campano. Ma si potrebbe fare qualcosa di più per garantirne la conservazione e la valorizzazione? Vediamolo insieme.

Storia

Il palazzo dello Spagnolo venne edificato a partire dal 1738 dal marchese Nicola Moscati, che decise di unire due precedenti edifici ricevuti in dote dalla moglie. A curare e seguire i progetti e le varie costruzioni, fu l’architetto Ferdinando Sanfelice. Oggi questo splendido edificio storico, situato nel cuore pulsante della città di Napoli è diventato un importante emblema culturale ed artistico.

Il nome attuale del palazzo risale al XIX secolo, quando gli appartamenti del primo e secondo piano dell’edificio furono ceduti ad un nuovo proprietario, Tommaso Atienza detto “lo Spagnolo”. A questo periodo storico risalgono tantissimi affreschi decorativi realizzati nelle sale del palazzo, ma che purtroppo oggi sono andati perduti quasi del tutto. Nel corso degli anni il palazzo è diventato proprietà di diverse famiglie, fino ad essere poi dichiarato nel 1925 da Umberto di Savoia, monumento nazionale.

I racconti storici legati a questo emblematico edificio sono davvero tantissimi, si narra infatti, che le sale del Palazzo dello Spagnolo fossero frequentate abitualmente da Carlo III di Borbone, il quale, spesso si fermava per sostituire i propri cavalli.

Il Palazzo Spagnolo in epoca moderna

Riqualificazione Palazzo dello Spagnolo nel quartiere Sanità a NapoliNel corso del tempo, l’intero edificio fu pian piano diviso in tante piccole parti, che oggi appartengono a proprietà private differenti. Attualmente, l’ultimo piano del Palazzo dello Spagnolo di Napoli appartiene alla regione Campania, che si occupa del mantenimento e del restauro degli appartamenti.

Per il secondo e terzo piano dell’edificio, invece, è stato riservato un progetto molto importante e cioè, quello di realizzare un grande museo dedicato al famosissimo Totò. Si tratta, però, di un’idea che ancora non ha visto sviluppi concreti, per ora resta un bellissimo progetto da attuare.

Per l’epoca moderna in cui viviamo il Palazzo dello Spagnolo rappresenta un posto di grandissimo rilievo, non solo per la sua natura nobiliare, ma anche perché un tempo ospitava l’Istituto delle Guarattelle.

Il popolo partenopeo è molto legato alla tradizione artistica dei burattini, e all’interno del palazzo il museo dedicato a burattini e maschere locali, era un punto di riferimento per i cittadini napoletani.

Il suo affascinante stile architettonico

Riqualificazione Palazzo dello Spagnolo nel quartiere Sanità a NapoliIl Palazzo dello Spagnolo è caratterizzato dalla bellezza e dal fascino intramontabile dello stile architettonico Barocco napoletano. Uno degli elementi architettonici più emblematici dell’edificio è sicuramente la scala a doppia rampa che caratterizza una parte della facciata interna del palazzo storico. È proprio l’imponenza di questa doppia scala a rendere davvero unico e suggestivo il Palazzo dello Spagnolo di Napoli.

Oltre agli elementi architettonici di forte impatto estetico, anche le decorazioni sono molto caratterizzanti. La maggior parte degli stucchi decorativi, infatti, rispecchiano perfettamente lo stile unico del rococò e furono realizzate nel 1740. Gli stucchi decorativi non compaiono solo sulle pareti, ma sono anche un elemento caratterizzante delle porte del palazzo. Qui infatti, gli stucchi ritraggono i volti dei vari componenti della famiglia che un tempo abitava le sale del palazzo.

La bellezza suggestiva ed affascinante del Palazzo dello Spagnolo di Napoli ha incuriosito anche tantissimi registi, diventando lo scenario perfetto per moltissime pellicole cinematografiche di successo. Alcuni dei film più importanti come ad esempio, il Giudizio Universale di Vittorio De Sica, in alcune scene hanno visto protagonista questo spettacolare ed emblematico Palazzo storico di Napoli.

Quartiere e dintorni: come riqualificare la zona

Il palazzo dello Spagnolo nasce nel cuore pulsante della città di Napoli, in particolare, nel Rione Sanità, una zona ricca di storia e cultura, che spesso non viene valorizzata come meriterebbe. Nei dintorni di questo splendido edificio storico, troviamo l’antica Via Vergini, una strada che penetra tutto il primo tratto meridionale del borgo dove sporge il Palazzo. Da qui è possibile arrivare alla piazzetta dei Vergini e continuare ad ammirare le bellezze artistiche e architettoniche degli altri palazzi antichi del rione.

Nei dintorni è possibile ammirare anche la famosa Porta San Gennaro, Piazza Cavour, e continuare in discesa verso Via Foria, giungendo a Piazza Carlo III. In particolare, però, concentriamo la nostra attenzione sul borgo dei vergini e sulla zona del Rione Sanità, dive sorge il Palazzo dello Spagnolo. Quest’area della città, purtroppo, come abbiamo già detto, non viene sempre valorizzata come meriterebbe, nonostante ciò, per fortuna, è sempre piena di turisti incuriositi ed affascinati dalle sue bellezze, provenienti da tutto il mondo.

A proposito di turismo, se si pensa ad una immediata riqualificazione della zona e quindi, anche dello stesso Palazzo dello Spagnolo, si potrebbe puntare proprio sul grande potenziale turistico che ha tutta la città di Napoli. Il miglior modo per valorizzare il quartiere e riqualificare gli edifici storici, è sicuramente sfruttare il turismo costante ed in forte crescita, che si muove in città durante tutti i periodi dell’anno.

Napoli, infatti, è una delle mete preferite dai turisti provenienti da ogni parte d’Italia e del mondo, si tratta inoltre, di un turismo che non è stagionale, come in altre città, ma si distribuisce durante tutto l’anno, sia nei mesi invernali, sia in quelli estivi. In particolar modo, il periodo invernale che attira maggiormente i turisti è quello natalizio, durante il quale l’arte presepiale fa da protagonista lungo l’antica strada di San Gregorio Armeno.

Il Palazzo dello Spagnolo e il suo antico Rione Sanità, sono l’emblema del barocco napoletano e necessitano di una riqualificazione che possa evidenziare e valorizzare al massimo le bellezze artistiche, architettoniche e culturali della zona, ma anche tutte le tradizioni legate ai luoghi più antichi della città. L’edificio, nonostante abbia conservato un fascino unico ed irresistibile durante tutti questi anni, attualmente necessita di alcuni interventi di restauro e ripristino.

Purtroppo, tantissimi dei suoi affreschi su parete si sono quasi totalmente persi, col trascorrere del tempo ed è una grave perdita artistica per la storia dell’arte napoletana. Valorizzare e riqualificare questo importantissimo edificio storico, significherebbe anche incentivare maggiormente il turismo, avvicinandolo ad uno dei quartieri più antichi e affascinanti di Napoli.

Gli interventi, ovviamente, potrebbero interessare non solo le pareti interne di alcune sale importanti, ma anche quelle esterne al palazzo, lungo le bellissime e famosissime scalinate e quelle intorno ai portoni antichi.

Pin It on Pinterest