m

This is Aalto. A Professional theme for
architects, construction and interior designers

Call us on +651 464 033 04

531 West Avenue, NY

Mon - Sat 8 AM - 8 PM

Piccolo, minimal e con un forte senso di libertà e leggerezza, rappresenta l’emblema dell’appartamento moderno, con il suo ambiente unico, privo di muri e porte tra le stanze può rivelarsi un gioiellino accogliente, pieno di tutti i comfort necessari. Elegante o informale che sia non importa, prima di scegliere lo stile, bisogna sapere come gestire gli spazi e stabilire la destinazione d’uso del locale, suddiviso idealmente in zona giorno e notte.

Come progettare una casa in 50 mq? Anche se la superficie a disposizione è esigua, le soluzioni sono tante, in linea con le esigenze di single e giovani coppie: la cucina può essere annessa ad una piccola camera da letto ad esempio o il salotto può comprendere sia l’angolo cottura, sia dei posti letto. Ciò che conta sempre, a prescindere dal progetto, è  la disposizione dei mobili e la suddivisione dell’ambiente in specifiche aree funzionali. Per riuscirci, servono accorgimenti, analisi dello spazio abitativo e senza dubbio un po’ di creatività. Ecco alcune regole:

  • Ricavare nell’open space stanze ideali.  Affinché l’appartamento sia accogliente e confortevole, bisognare individuare una zona giorno e una notte. Avendo a disposizione una superficie piccola, le due aree saranno attigue e delimitate da ampie tende, mobili o altri complementi d’arredo. Librerie double face e armadi bassi possono così sostituire le porte tradizionali, impreziosendo l’ambiente senza creare ingombri, mentre delle vetrate variopinte disegnano giochi di luce tra una zona e l’altra, pur garantendone la privacy. E’ possibile anche optare per soluzioni più desuete, come i pannelli uniti ad incastro con spinotti, che  ricordano quelli utilizzati nelle mostre d’arte, coniugando in questo caso armonia estetica e praticità. I soppalchi sono altrettanto utili per ottimizzare  gli spazi  e gestirli al meglio: ad esempio il piano sopraelevato può ospitare la camera da letto o lo studio, collegando la zona giorno con una semplice scala. A prescindere dalla opzione scelta, c’è un accorgimento da seguire in ogni caso:  i complementi d’arredo devono essere disposti in modo lineare, per donare alla casa un aspetto ordinato.
  • Distinzione ambienti.  I materiali diversi nella fattura o a livello cromatico aiutano a differenziare le aree funzionali. Il pavimento e le pareti possono avere tonalità diverse a seconda dell’ambiente, scegliendo ad esempio il parquet in rovere per la camere da letto e quello in ciliegio per il soggiorno. C’è chi invece può preferire dar vita a due zone ben distinte, grazie ad uno stile d’arredo agli antipodi, classico in una e minimal nell’altro.
  • Disposizione mobili. In una casa di 50 mq, la superficie è per ovvie ragioni limitata, ma non per questo rappresenta un deterrente. Qual è il segreto? Cercare soluzioni salva-spazio, che consentano di far sembrare il locale più ampio di quanto non lo sia. I mobili saranno di conseguenza ergonomici e andranno collocati a ridosso dei muri portanti o al centro del locale. Ad esempio in cucina,  un tavolo a consolle con sgabelli al posto delle sedie è poco ingombrante, ma allo stesso tempo funzionale. Al posto della poltrona, si possono preferire dei pouf, comodi sia per sedersi e appisolarsi  sia  per degli oggetti.

Pin It on Pinterest