m

This is Aalto. A Professional theme for
architects, construction and interior designers

Call us on +651 464 033 04

531 West Avenue, NY

Mon - Sat 8 AM - 8 PM

E’ un’oasi di relax:  il bagno rappresenta il luogo più intimo della casa, a prescindere dagli spazi.  La superficie a disposizione  se è esigua non va a scapito del comfort e della funzionalità.  Certo, bisogna adottare  i giusti accorgimenti per rendere  l’ambiente  accogliente, facendo in modo che sembri più ampio. Ad esempio,  giocare con fonti di luce e oggetti dal design ergonomico può rivelarsi molto utile in tal senso.

Gli scalda-salviette a bandiere e il termoarredo sono buone soluzioni, perché  riscaldano la stanza e non appesantiscono le pareti.  Anche disporre gli elementi d’arredo in verticale permette di  dilatare gli spazi: colonne e mensole sono senz’altro meno ingombranti rispetto alle scatole o ai cesti in vimini e consentono  allo stesso modo di riporre accessori e affetti personali, senza rinunciare all’ordine e ad un tocco di glamour.  Bisogna moltiplicare i volumi e conferire leggerezza alla stanza, così da vincere il senso di claustrofobia tipico degli ambienti angusti. I colori sia delle pareti che dei rivestimenti devono essere per questo rigorosamente chiari:  la doccia in vetro o in policarbonato, ad esempio, riflette la luce e rende  il bagno più ampio, tramite un effetto ottico. In generale, comunque, è  sempre meglio scegliere materiali brillanti, come il grés porcellanato, effetto pietra serena e  le tonalità pastello, preferendole a quelle scure, tipo il blu oltreoceano che di norma viene utilizzato. A volte però,  affinché la superficie appaia più estesa, occorre anche modulare la luce e modificare le finiture: le piastrelle vanno poste a giunto chiuso o con fughe sottili in modo contiguo; mentre se le finestre sono piccole, si possono sempre apporre grandi specchi sul lavandino per illuminare la stanza. Le regole da seguire, in ogni caso, sono queste: alternare elementi pesanti  e leggeri, alla stregua di un puzzle ed evitare di sovraccaricare l’ambiente con oggetti superflui. “Less is more” direbbero gli inglesi. Come arredare un bagno di 5 mq? Ecco una breve guida sulla scelta dei sanitari e box doccia più congeniali:

  • SANITARI I modelli dalle linee essenziali donano un senso di leggerezza e rappresentano la soluzione ideale per chi  predilige uno stile più moderno e futuristico. Poco ingombranti, i wc e i bidet dalla forma arrotondata  si addicono meglio ad una stanza stretta e angusta. Per ottimizzare lo spazio, è possibile collocare i sanitari  sospesi sulla pareti, utilizzando semplici pulsanti per lo scarico dell’acqua.  In ogni caso, devono  soprattutto essere compatti e facili da pulire. Grazie ai bordi sottili e ai rubinetti da appoggio, per  un buon lavabo, invece,  sono sufficienti anche solo 25 cm.
  • DOCCIA Pratiche e capienti, le docce a filo di pavimento  con il profilo arrotondato sono quelle dalle dimensioni più contenute. Altrettanto agevoli sono i modelli con piatto semicircolare, che tramite le aperture scorrevoli , consentono  maggiore libertà di movimento. Per il box, come già detto, è sempre meglio  scegliere il  vetro o il policarbonato, in modo  da far apparire l’ambiente più ampio, giocando con i riflessi di luce e le trasparenze.  Un bagno piccolo offre gli stessi comfort di uno più ampio. Anche su una superfice poco estesa, è possibile, ad esempio, collocare una vasca idromassaggio: ne esistono modelli mini,  lunghi circa 1 metro, che garantiscono le stesse, identiche funzionalità.

Pin It on Pinterest

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi